5/11/16 Rovereto: Coppa Italia GR

La Chimera alza la voce, due atleti e due medaglie.
Ricco bottino dei lottatori aretini saliti fino in Trentino per partecipare alla Coppa Italia under 18 di lotta greco-romana. Riccardo Glave e Tommaso Stopponi, nonostante la partecipazione in categorie di peso anomale per loro, hanno anticipato di qualche mese il salto di categoria, hanno fatto valere la loro preparazione tecnica imponendo la loro lotta agli avversari.
A Rovereto si è svolta la Coppa Italia nella specialità della greco-romana, quest’anno tornata all’antica formula di unica fase, nelle fasce under e over 18. Contemporaneamente si è tenuto il memorial Luciano Dibiasi di lotta femminile. In totale hanno partecipato alla giornata di sport circa duecento sessanta atleti a rappresentare trentasette società, presenti anche tre club provenienti da Germania e Austria.
Medaglia d’oro nella categoria 63 kg. per Riccardo Glave dimostrando di reggere la categoria nonostante qualche difficoltà ed un programma di lavoro adeguato da svolgere. Entrato in gara ai quarti di finale, batte in sequenza il modenese Parrillo (9-0), il trevigiano Pisanu (6-4), l’altro trevigiano Coassin (9-5).
Bronzo per Tommaso Stopponi nella categoria 58 kg. evidenziando un notevole miglioramento tecnico, mentre è ancora da migliorare la gestione dell’incontro specialmente quando in vantaggio, infatti per questo si è visto sfuggire l’accesso in finale ad un solo secondo dal termine. Entrato agli ottavi batte il varesino Kezim (8-0), il savonese Da Silva (8-8) per maggiore valore delle prese, perdendo con il varesino Sacco (14-15). Nella finalina batte il trevigiano Biscaro (9-0).
Dignitoso diciassettesimo posto nella classifica finale per Società.
Prossimi impegni il Campionato Italiano Giovanissimi di lotta greco-romana in programma a fine settimana ed i Campionati Toscani.

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa
This entry was posted on martedì, novembre 8th, 2016 at 21:35 and is filed under La palestra, risultati. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.