21/03/19 Convocazione per Paionni: si và all’Europeo

Pubblicato il: 21 Marzo, 2019 in: Comunicati, La palestra, Prossime Gare, risultati

Riccardo Paionni parteciperà al Campionato Europeo Cadetti di Lotta greco romana

Il lottatore aretino farà parte della squadra azzurra che parteciperà ai prossimi Campionati Europei Cadetti, quest’anno in programma in Italia a Faenza.

Diramata oggi  dal Team Manager della Nazionale di Lotta Olimpica la lista dei convocati per la partecipazione alla kermesse internazionale. L’importante appuntamento si disputerà dal 17 al 23 giugno a Faenza.

Paionni è da tempo sotto l’osservazione dei Tecnici della Nazionale per le sue capacità tecniche ed atletiche, convocandolo più volte a stage di allenamento in Italia ed all’estero, con alcune partecipazioni in Tornei internazionali di prestigio. La recente vittoria della medaglia d’oro al Campionato Italiano Cadetti di Lotta greco romana categoria fino a 65kg. Ha tolto ogni dubbio per la chiamata in azzurro dell’aretino.

Riccardo Paionni, diciassettenne aretino, ha mosso i suoi primi passi sulla materassina di Piazza San Giusto ed è tutt’ora un Atleta del G.S. Chimera Arezzo. Figlio d’arte, il babbo ed il nonno sono stati due ottimi lottatori. Nonostante la giovane età nel suo palmares figurano quattro Titoli Nazionali, due medaglie d’argento e due di bronzo sempre al Campionato Italiano di categoria. Alcune convocazioni in Nazionale per la partecipazione a Tornei internazionali.  Da ben sei anni Campione Regionale. Negli ultimi due anni figura tra i migliori sei atleti partecipanti al progetto nazionale “Giovani talenti della Lotta” tenuto dalla Federazione.

La convocazione di Riccardo era nell’aria dopo la vittoria del tricolore, ma aspettavamo che la notizia fosse resa ufficiale dalla Federazione. Siamo tutti molto contenti, anche se arrivata con un anno di ritardo ma che ci riempie d’orgoglio, giusto merito per i sacrifici che il ragazzo ha dovuto affrontare, non da meno il dover conciliare al meglio gli impegni scolastici.

Domani primo test importante, con la partecipazione al Campionato Italiano Juniores, e poi da lunedì tutto lo staff della Chimera Lotta Arezzo si stringerà attorno all’Atleta per prepararlo al meglio, questi due mesi e mezzo che ci dividono dall’appuntamento saranno importanti e suddivisi tra collegiali ed impegni all’estero, dove si dovrà lavorare e sudare duramente.

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa


2-3/02/19 Ostia – Campionato Italiano Assoluto GR Campionato Italiano Cadetti GR

Pubblicato il: 3 Febbraio, 2019 in: La palestra, risultati

Che la festa abbia inizio!
Riccardo Paionni è medaglia d’oro nella categoria 65kg. Cadetti
Riccardo Glave medaglia di bronzo categoria 72kg. Assoluti
I lottatori aretini quando c’è in gioco il prestigio del tricolore da mettere al collo danno veramente il massimo.
Il sodalizio amaranto partecipa ai Campionati Italiani Assoluti e Cadetti di lotta greco-romana con una squadra decimata dall’influenza e dagli infortuni.
Trentadue le Società partecipanti per un totale di circa trecento atleti.
Splendida prestazione tra i cadetti categoria 65kg. È Riccardo Paionni a raccogliere il massimo della posta in palio. Con una lotta  pulita ed una condotta di gara intelligente riesce a regolare tutti gli avversari senza mai dare l’impressione di subirli. Nell’incontro di qualificazione batte il faentino Frontali. Agli ottavi di finale batte per superiorità tecnica (9-0) il ravennate Romano.  Ai quarti è il turno del livornese Guccini dover subire la superiorità dell’aretino (9-0). In semifinale ancora una vittima, il torinese Priolo, battuta ai punti (8-3). La finale è un incontro al cardiopalma contro il forte romano Momilia (già bronzo europeo under 15). E’ il lottatore aretino a prendere l’iniziativa senza lasciare il tempo di ragionare all’avversario. Sempre in vantaggio fino a quando, per un ribaltamento di punteggio va in vantaggio il romano quando mancano solo venti secondi al termine dell’incontro. Ma Riccardo vuole vincere a tutti i costi e ad una manciata di secondi dal fischio finale sferra un attacco che gli permette di riportarsi in vantaggio. Scade il tempo ed il punteggio (6-3) dà ragione all’aretino che si laurea campione italiano.
L’altra medaglia arriva nella classe Assoluti categoria 72kg. E’ Riccardo Glave a regalarci una splendida medaglia di bronzo. Con grande maturità supera agevolmente nell’incontro di qualificazione  il nuorese Gigliotti. Ai quarti di finale batte il torinese Ligorio per superiorità tecnica (8-0). In semifinale incontra la vecchia volpe di Scaramuzzi che nonostante l’età è sempre un atleta di ottimo livello e con grande esperienza. L’incontro è molto tirato ed i due atleti si equivalgono. L’imolese riesce a passare in vantaggio, e l’aretino è costretto ad alzare il ritmo e l’intensità della sua lotta. Glave riesce ad accorciare la distanza (1-2) ma l’esperienza dell’avversario fa si che il punteggio rimanga invariato fino al termine dell’incontro nonostante la grande difficoltà. Amaro in bocca quindi per l’aretino e per l’occasione mancata. In finale per il bronzo il lottatore amaranto trova un altro osso duro, il calabrese Tripodi. Grande prova di carattere di Riccardo che andato in vantaggio  con bravura per poi gestire fino al termine dell’incontro (4-4), è Bronzo!
Gli altri atleti della Chimera si comportano bene sulla materassina ma non riescono ad incidere come i due compagni.
Tra i cadetti nella categoria 80kg. Carlo Storri perde il primo incontro con il forte catanese Di Dio nell’incontro di qualificazione. Accede ai ripescaggi, nell’incontro contro il savonese Giordanella non entra convinto delle proprie capacità e nonostante il vantaggio iniziale si fa recuperare fino a perdere per atterramento (4-6). Si classifica all’undicesimo posto.
Nella classe Assoluti categoria 55kg. Carlo Cardone accede subito ai quarti di finale ma per inesperienza non riesce a sfruttare l’occasione e perde con l’imolese Kechoun per atterramento. Si classifica ottavo.
Non va meglio a Tommaso Stopponi che nella categoria 67kg. agli ottavi di finale viene battuto dal forte catanese Sanfilippo per superiorità tecnica. Ha l’occasione del ripescaggio dove incontra un altro osso duro, il ravennate Zicche, sconfitto per superiorità tecnica (0-8). E’ decimo nella classifica finale.
Nelle classifiche finali per società la Chimera Arezzo è quattordicesima tra i cadetti  e diciannovesima tra gli assoluti.
“Abbiamo riportato il tricolore a San Giusto dopo tre anni” commenta il tecnico Roberto Stopponi “l’oro di Paionni ed il bronzo di Glave ci inorgogliscono e sono frutto del grande lavoro svolto in palestra. Si perché i ragazzi fanno molti sacrifici togliendo tempo a studio e divertimento per riuscire in questa dura disciplina sportiva”.
Nemmeno il tempo di poter festeggiare che in Società è arrivata un’altra soddisfazione, grazie alla vittoria del titolo italiano Riccardo Paionni è stato convocato per due settimane in collegiale con la Nazionale. Quindici giorni di lavoro specifico per iniziare un percorso che potrebbe dare i suo frutti nel prossimo mese di giugno.

 

 

 

 

 

 

 

 

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa

 


21/09/2018 – Trofeo Coni + Kinder 2018

Pubblicato il: 24 Settembre, 2018 in: Comunicati, La palestra, risultati

Francesco Stopponi tanto cuore ma non brilla in Romagna – la Toscana è solo quinta.
L’Aretino riesce a vincere agevolmente per manifesta superiorità i primi due incontri contro Sardegna e Campania. Viene invece fermato contro la Puglia, in un incontro bello e spettacolare dove i due contendenti si sono dati battaglia fino all’ultimo secondo, finito ai punti (5-8). L’Atleta della Chimera comunque si è ben comportato acquisendo ulteriore esperienza per i prossimi impegni agonistici.
In un clima di grande festa si è svolta all’ RDS Stadium di Rimini la fase finale del Trofeo Coni. Presenti le Rappresentative Regionali Top 10 che hanno passato le qualificazioni.
La rappresentativa Toscana formata da Francesco Stopponi (Chimera Arezzo), Viola Nigi (LC Firenze), Mainardi Gregorio (GL Livornesi) e Danny Lubrano (GL Livornesi) e sotto la direzione tecnica dell’aretino Roberto Stopponi si presenta agguerrita nonostante l’età media molto bassa rispetto agli avversari.
Alle operazioni di peso la squadra Toscana si presenta subito deficitaria per l’assenza forzata del quinto atleta per malattia, gli altri quattro tutti sul peso.
La Toscana viene collocata nella parte bassa del tabellone, costretta ad effettuare l’incontro di qualificazione. Contro la Sardegna i toscani si impongono agevolmente per 4-1 vincendo tutti gli incontri.
Ai quarti i lottatori del Pegaso si trovano ad affrontare la forte Sicilia. Dopo quattro avvincenti incontri i siciliani, con un atleta in più, hanno la meglio (2-3) ed approdano in semifinale. Vincono soltanto Stopponi e Lubrano.
Dopo la successiva vittoria della Sicilia sull’Emilia Romagna i toscani vengono ripescati con la possibilità di gareggiare per il bronzo.
Purtroppo il primo recupero non è fortunato per i ragazzi di Stopponi che devono cedere il passo di misura (2-3) alla Puglia. Sono vincitori Nigi e Lubrano, mentre Stopponi viene battuto dopo un incontro al cardiopalma.
Nonostante il risultato i ragazzi hanno venduto cara la pelle, lottando fino alla fine senza darsi per vinti.
Al termine della competizione la classifica finale vede la Toscana al quinto posto dietro Trentino, Sicilia, Campania, e Puglia. Mettendo dietro le rappresentative di Emilia Romagna, Piemonte, Marche, Sardegna e Friuli.
Dopo le premiazioni il DT regionale commenta “una splendida esperienza per questi giovani Atleti che li avvicina ancora di più a stringere amicizia in nome dello Sport e del Fair Play. Tra poco festeggeremo tutti insieme con un bel tuffo in mare”.
Domani la cerimonia conclusiva e domenica il rientro in Toscana.

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa