30-31/03/2019 Ostia – Campionato Italiano Esordienti / Junior di Lotta SL

Pubblicato il: 31 Marzo, 2019 in: Comunicati, La palestra, risultati

Francesco Stopponi sfiora l’oro!
A dieci secondi dal termine dell’incontro si infrange il sogno del tricolore.
Niente da fare per Jeflea e Cardone


Il lottatore aretino riesce nell’impresa di arrivare in finale e dopo aver messo in riga la concorrenza a poco dal termine vede svanire l’oro. Per lui comunque un argento che va oltre le aspettative.
Ancora in gara al Pala Pellicone di Ostia per i Campionati Italiani di Lotta stile libero classi Esordienti e Junior, trecentocinquanta circa gli iscritti provenienti da tutta la penisola. La Chimera Arezzo si presenta con soli tre atleti. E’ Francesco Stopponi che ancora una volta si mette in mostra durante le due giornate di Lotta. Anche nella Lotta stile libero, stile di lotta poco praticato in palestra, l’Atleta aretino riesce a ben figurare ed attirare l’attenzione degli addetti ai lavori.  Una preparazione un po’ arrangiata dovuta ai festeggiamenti per la vittoria la scorsa settimana in greco – romana, ma il ragazzo è serio ed in soli tre giorni riesce a controllare peso e condizione atletica. La categoria è sempre quella:  38kg. Esordienti, tosta e piena di insidie. Francesco disputa l’incontro degli ottavi di finale con il romano D’Ottavi, superandolo agevolmente (8-0) per superiorità tecnica, in cinquantuno secondi. Successivamente ancora un romano, Loretelli a dover soccombere per atterramento (8-0). La determinazione dell’aretino nasconde le lacune di uno stile di lotta non congeniale alle sue qualità, nascondendo in alcuni casi anche la differenza di età con alcuni avversari. In semifinale è il turno del napoletano Caiazza, pronti via, battuto per atterramento (4-0), trentuno secondi per mettere fine all’incontro. Si và in finale!  
La domenica la finale è un déjà vu, la stessa della settimana scorsa. Ancora una volta di fronte c’è il molfettese Lotito. L’incontro è molto combattuto fin dall’inizio. Il lottatore pugliese cerca di sorprendere Stopponi andando subito all’attacco. Il lottatore amaranto non si scompone e con due contro attacchi conquista due punti per volta passando in vantaggio prima del termine del primo periodo. Il secondo riprende con il molfettese più accorto in difesa e l’aretino che nonostante il punteggio gli sorride va all’attacco, conquista altri due punti. Ad un minuto dal termine dell’incontro scatta qualcosa in testa a Francesco, è evidente il cambio impostazione di lotta, si mette nella difensiva, rischia qualcosa più del dovuto perdendo solo due punti. Nonostante tutto riesce a controllare l’incontro fino a quando, a dieci secondi dalla fine subisce un attacco da quattro punti che vanifica tutto ciò che era stato fatto fin lì. L’aretino cerca di ritornare all’attacco ma il tempo è tiranno e suona il gong che decreta il termine dell’incontro. È pareggio (6-6) ma il regolamento decreta il molfettese vincitore (valore delle azioni). Peccato per la giovane promessa della Lotta aretina che per una piccola distrazione e un po’ d’inesperienza si è visto portare via il secondo titolo italiano dell’anno. Comunque una medaglia d’argento piena di aspettative per il futuro.
Nente da fare per Florin Silviu Jeflea nella categoria fino a 85kg., battuto agli ottavi di finale dal napoletano Marchesi (0-4) per atterramento, si classifica nono, pagando di inesperienza in uno stile di lotta tutto nuovo per lui.
Tra gli Junior Carlo Cardone gareggia nella categoria 57kg.. Anche per lui alla prima esperienza nello stile libero, non si trova proprio a suo agio. Battuto agli ottavi di finale dal forte molfettese Samarelli (0-4) per atterramento. Viene recuperato, ma anche qui trova la strada sbarrata dal roveretano Bini che lo batte con lo stesso punteggio (0-4) per atterramento. Si classifica al tredicesimo posto.
Nelle classifiche finali la Società aretina si posiziona al ventunesimo posto tra gli esordienti, al quarantaquattresimo tra gli junior.
Siamo a festeggiare ancora una medaglia dei nostri Lottatori. Il lavoro ed il sacrificio ripagano con le soddisfazioni, e questo gruppo ce ne sta dando molte – commenta il tecnico Roberto Stopponi – Dispiace per Francesco, aveva l’oro in tasca ed avrebbe fatto una bella doppietta, probabilmente è stato sopraffatto dalla paura di vincere, ma non importa avrei fatto carte false per una sua medaglia prima di partire, la stoffa c’è avrà modo di rifarsi sicuramente. Per Silvio e Carlo esperienze per il futuro.
Da lunedì riprenderemo a lavorare sodo per i prossimi impegni.

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa

23-24/03/19 Ostia – Campionato Italiano GR Esordienti e Junior

Pubblicato il: 24 Marzo, 2019 in: Comunicati

Francesco Stopponi a peso d’oro!

Medaglia d’oro per la giovane promessa aretina, bronzo per Glave e Jeflea.

Il piccolo lottatore aretino riesce nell’impresa e dopo aver letteralmente spazzato via l’agguerrita concorrenza conquista un oro pesantissimo.
Si sono svolti al Pala Pellicone di Ostia i Campionati Italiani di Lotta greco romana class esordienti e Junior, oltre trecento gli iscritti provenienti da tutta la penisola. La Chimera Arezzo presente con sette atleti divisi nelle due fasce d’età.
E’ Francesco Stopponi a strappare gli applausi durante le due giornate di Lotta per la grande determinazione e voglia di vincere, sulla materassina trasmette tranquillità, sicurezza e semplicità che lo accompagnano fino alla vittoria finale per lasciare spazio all’emozione. Alle spalle una preparazione quasi perfetta, studiata fin nei minimi dettagli porta in dote il premio più ambito. La categoria 38kg. Esordienti è come un campo minato, ogni incontro un trabocchetto. Francesco deve disputare l’incontro di qualificazione che supera agevolmente (3-0) per atterramento con il romano Loretelli in appena un minuto. Agli ottavi batte il bresciano Pelamatti per superiorità tecnica (8-0) in soli trentotto secondi. E’ la volta di Raccagni delle Fiamme Oro Roma, un bel “crostino”, ma oggi non si fanno sconti a nessuno, bastano cinquantotto secondi per terminare l’incontro per superiorità tecnica (10-0). In semifinale è il turno del bresciano Pucher, pronti via, battuto per atterramento (4-0), ventiquattro secondi per mettere fine all’incontro. In finale c’è di fronte il molfettese Lotito, l’aretino lo conosce bene perché lo ha già incontrato. L’incontro è molto tirato fin dall’inizio, i due lottatori non si studiano nemmeno e vanno subito all’attacco. Il lottatore amaranto colto di sorpresa và sotto di tre punti ma non demorde, alza il ritmo e mette più volte in difficoltà l’avversario, rischia più del dovuto fino a quando passa in vantaggio, poi prende il largo (9-3) fino al termine dei quattro minuti. Un oro meritatissimo! A fine gara ricevere il premio come il “più giovane e migliore vincitore” della manifestazione.
La seconda medaglia della giornata per la Chimera Arezzo giunge dalla classe Junior categoria 72kg. Riccardo Glave si tinge di bronzo, proprio come un mese fa agli assoluti. L’aretino è carico e si vede che ha voglia di realizzare il suo obiettivo. purtroppo la voglia di fare bene ad ogni costo molte volte ha l’effetto contrario e ti blocca. Riccardo entra agli ottavi di finale dove in soli trentotto secondi batte per superiorità tecnica (8-0) il cosentino Perrotta. L’incontro successivo lo vede imporsi contro il compagno di squadra Demiraj sempre per superiorità tecnica (9-1). In semifinale è black-out. Contro il forte romano delle Fiamme Oro Rinaldi ci si aspetta sulla carta un incontro tirato e spettacolare per la bravura dei due contendenti, ed invece l’aretino dà l’impressione di avere la testa altrove e subisce così l’avversario. Il verdetto darà ragione al romano che fa suo l’incontro (0-10). La sconfitta manda il lottatore amaranto a disputare direttamente la finalina per l’ultimo posto sul podio. Glave riaccende la luce e fa suo incontro e medaglia senza indugi battendo il salernitano Gobejishvili (11-2) per superiorità tecnica. Una medaglia di bronzo che riempie d’orgoglio, peccato per l’Atleta che ancora una volta deve rimandare i suoi progetti.
L’altra medaglia di bronzo arriva sempre dalla classe esordienti, nella categoria fino a 85kg. è Florin Silviu Jeflea che porta a casa un podio su cui pochi avrebbero scommesso. Ancora timoroso nel suo modo di lottare, ma il ragazzo deve crescere. Perde ai quarti per atterramento (0-4) con il bresciano Pucher che gli consente poi di andare ai ripescaggi. Nella finalina vince con determinazione (6-0) per atterramento con il bolognese Martini. Un ottimo risultato incoraggiante per il futuro.
Dopo il successo di un mese fa torna sulla materassina Riccardo Paionni nella categoria 63kg. Junior. Parte bene lottando come sa, poi strada facendo si contrae e sta nella difensiva. Nell’incontro di qualificazione batte in scioltezza, solo diciotto secondi, per superiorità tecnica il fiorentino Serra. Ai quarti batte ai punti (9-8) il trevigiano Pisanu. In semifinale, un incontro con qualche contestazione, perde ai punti (2-4) con il forte barese Abazi. La sconfitta lo proietta direttamente nella finalina per il 3°/5°posto. Contro il forte faentino Macarie l’aretino, nonostante un tipo di lotta diverso, parte all’attacco per poi aspettare l’avversario. Viene sconfitto per superiorità tecnica (0-8) e si classifica quinto. Purtroppo il lottatore della Chimera nell’ultima azione subisce un infortunio al gomito che lo costringerà ad un forzato riposo ed a ritardare la preparazione per il prossimo impegno europeo. Lunedi subito i primi accertamenti che ci diranno l’entità dell’infortunio ed i tempi di recupero.
Nella categoria 38kg. Esordienti gareggia anche Mattia Paionni, al suo primo anno in questa classe risente del salto di categoria. Purtroppo non và oltre gli ottavi di finale battuto dal bresciano Pucher (1-6) per atterramento. Si classifica al dodicesimo posto. Avrà tempo per rifarsi.
Torniamo alla classe Junior, categoria 67kg. Tommaso Stopponi entra in gara agli ottavi battendo il bolzanese Stona per atterramento (6-0). Sembra la giornata giusta per dimostrare il suo valore. Ai quarti viene sconfitto (2-6) dal torinese Priolo proprio sulla sirena quando il punteggio lo vedeva in vantaggio. Nemmeno la soddisfazione di essere recuperato. Si classifica all’ottavo posto.
Nella categoria 72kg. Fejzi Demiraj dimostra di essere in forma, nel primo incontro si sbarazza del varesotto Allievi per superiorità tecnica (9-0). Ai quarti incontra il compagno di squadra Glave che gli sbarra la strada, la superiorità dell’avversario è superiore (1-9). Si classifica all’undicesimo posto.
Stessa categoria per Carlo Storri non al meglio fisicamente per un fastidioso mal di schiena che lo menoma da tempo. Entra agli ottavi di finale dove viene subito battuto (2-10) dal ravennate Mercatali. Si classifica tredicesimo. Speriamo in una immediata guarigione per poter riprendere l’attività al meglio.
Nelle classifiche finali la Società aretina si posiziona al decimo posto tra gli esordienti, al quattordicesimo tra gli junior.
Gran bella giornata sportiva quella di oggi, i ragazzi hanno veramente dato il massimo. Siamo felicissimi per le medaglie conquistate veramente col cuore e col coltello tra i denti. Le previsioni erano leggermente diverse, ma vediamo il bicchiere mezzo pieno. Adesso speriamo che gli infortuni siano di piccola entità per poter affrontare al meglio i prossimi impegni.
Adesso è il momento di fare festa con tutti i nostri ragazzi.

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa


24/03/19 Ostia – Campionato Italiano Veterani GR

Pubblicato il: 24 Marzo, 2019 in: Comunicati

Nonostante l’età Quercioni è secondo posto!

Argento per Riccardo Quercioni al Campionato Italiano Veterani di lotta greco romana svoltosi al Pala Pellicone domenica scorsa. Il lottatore aretino ha gareggiato nella classe C categoria 78kg.
Sfiora la vittoria nel primo incontro contro il forte fiorentino Moisiuc in un incontro molto contestato perdendo ai punti (5-6). Fa la voce grossa invece nell’incontro successivo contro il salernitano Della Rocca vincendo ai punti (11-5).
Nonostante l’età che avanza e la scarsa possibilità di potersi allenare, è ancora tanta la voglia di calcare ancora la materassina e cimentarsi in questa antica disciplina.
Nella classifica per club la Chimera Arezzo si classifica al quinto posto.

G.S. CHIMERA
LOTTA AREZZO
Ufficio Stampa